IL RECUPERO DI CALORE

la ventilazione ed il risparmio energetico

La nostra casa spreca quotidianamente molta energia e le nostre bollette continuano ad aumentare. La maggior parte dello spreco di calore é causato dall'apertura delle finestre e dalla mancanza di un corretto isolamento del tetto e dei muri. Quando si aprono le finestre, infatti, viene espulso in modo consistente il calore prodotto dall'impianto di riscaldamento, con un impatto pesante sul consumo energetico.

Come funziona un impianto di ventilazione?

La ventilazione

Formato da due parti: un blocco motorizzazione ed un blocco scambiatore. Assemblati o separati, sono possibili tutte le configurazioni: a pavimento, a soffitto, a muro, ... molte sono le soluzioni possibili per l'impianto.
Una manutenzione semplificata: con un accesso rapido e senza la necessità di utensili per accedere ai filtri é possibile verificarne il livello di pulizia in modo veloce ed effettuarne la sostituzione, tutto é studiato per facilitare la manutenzione del sistema.

Qual è il risparmio?

Riduzione del 30% del consumo per riscaldamento: allo stesso modo dell'isolamento, la ventilazione con un sistema di questo tipo permette di realizzare risparmio (fino a 500 € all’anno), limitando le dispersioni legate al ricambio d’aria.
Protezione dell’ambiente: l'impianto recupera l’energia contenuta nell’aria estratta, energia che non é sfruttata dagli altri sistemi. Per questo motivo questo sistema é associato ed integrato ai progetti di architettura bioclimatica con lo scopo di limitare il fabbisogno
di riscaldamento.
Un sistema performante (motorizzazione a basso consumo) grazie all'utilizzo delle ultime tecnologie con una motorizzazione micro-watt (a basso consumo) ed un recuperatore di calore. Una VMC a doppio flusso silenziosa, che consuma poca elettricità e genera il massimo risparmio energetico.